Sclerotinia: danni, sintomi e rimedi contro malattie delle piante

0
sclerotinia cause cure rimedi malattia

Il fungo responsabile di questa malattia causa su radici, bulbi, tuberi e fusti marciumi nei quali si formano corpi nerastri; sulla parte aerea della pianta determina invece la formazione di muffa grigia.

Colpisce spesso le carote dove si manifesta con marciumi sulle foglie più esterne, che ingialliscono e si adagiano sul terreno, mentre sullae radici causa marcescenze che, favorite dall’umidità, si ricoprono spesso di una muffetta feltrosa biancastra. Nei casi più gravi la commerciabilità delle carote viene compromessa.

La sclerotinia colpisce anche le composite facendo marcire le foglie più esterne: in caso di attacco gravi l’intero cespo può ingiallire e staccarsi dalla radice.

Il fungo può resistere nel terreno anche per anni e la sua diffusione è favorita da umidità e temperature elevate, oltre a un’eccessiva presenza di sostanza organica nel terreno.

sclerotina muffa grigia malattia

Le specie minacciate dalla Sclerotinia

La sclerotinia attacca prevalentemente aglio, lattuga, indivia, carciofi, carote, sedani e finocchi.

Difesa e rimedi contro la Sclerotinia

Occorre distruggere bulbi e tuberi infetti e trattare con prodotti specifici, tra cui poltiglia bordolese e ossicloruro di rame.

Si possono utilizzare anche funghi antagonisti ( Trichoderma hartianum e T. viride).

Prevenzione della Sclerotinia

La sclerotinia si combatte con corrette rotazioni, evitando ristagni idrici, arieggiando le serre, solarizzando le colture, evitando il contatto delle foglie con il terreno, usando trattamenti con decotto di equiseto, spolverando polvere di roccia o litotamnio nelle buche di trapianto.

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui