Rimedi naturali contro gli afidi nell’orto e giardino

0
rimedio naturale contro gli afidi piante orto e giardino

Gli afidi sono piccoli parassiti, lunghi da 1 a 4 mm, della famiglia degli Aphididae.

Costituiscono il nemico numero uno del giardiniere, perché distruggono una pianta in men che non si dica, dentro e fuori. Le piante più colpite sono gli alberi da frutto con nocciolo o semi (ribes, melo, ribes nero, albicocco ecc.), le rose, i nasturzi, le conifere, i cavoli, il cerfoglio… e persino le piante da interni.

I vari tipi di afide

Verde, nero, giallo, lanigero, grigio, farinoso… esistono numerose specie di afidi. L’afide verde (Aphis pomi o Myzus persica) ama gli alberi da frutto, le rose e le conifere. L’afide nero (Aphis fabae) preferisce le dalie, i nasturzi, il viburno e, se avete un orto, apprezzerà piselli e fave, come pure il rabarbaro.

L’afide giallo (Cryptomyzus ribis) adora la linfa degli arbusti di ribes, ribes nero, delle piante di fragole e dell’oleandro. L’afide lanigero (Eriosoma lanigerum) va matto per meli, peri e cotogni.

Riconoscerete facilmente l’afide grigio (Dysaphis plantaginea), perché è coperto da una polverina cerosa. Meli, cavoli, cerfoglio e piantaggine sono le piante che predilige.

Va distinto dall’afide farinoso (Hyalopterus pruni), che è ricoperto da una cera farinosa. Attacca i giunchi e gli alberi da frutto con nocciolo. In quanto all’afide radicicolo ( Pemphigus bursarius), è goloso di carote, fagioli, insalata e carciofi.

Come individuare gli afidi

Noterete che le foglie si deformano, si accartocciano su se stesse e finiscono con l’incollarsi. I fiori e i giovani germogli si seccano e cadono, la crescita dei baccelli viene inibita.

Osserverete crepe o rigonfiamenti nella corteccia (terreno propizio al cancro delle piante) e soprattutto un indebolimento generale della pianta. In caso di attacco da parte di afidi farinosi, il fogliame annerisce e diventa colloso.

Se abitate in prossimità di pioppi neri o se avete molte formiche nell’orto, potete essere pressoché certi di trovare afidi radicicoli, perché secernono una melata di cui le formiche sono ghiotte.

Le piante sono più sensibili agli attacchi degli afidi se la terra è povera o la concimazione insufficiente oppure se non possedete molti ausiliari (coccinelle, sirfidi) e, al contrario, molte formiche in giardino.

Prevenzione degli afidi: i prodotti naturali da preparare da soli

Esistono diversi metodi naturali biologici per combattere gli afidi e sconfiggerli. Inoltre esistono anche diversi insetti direttamente antagonisti e predatori naturali degli afidi. Scopriamoli insieme!

Decotto di assenzio

Lasciate macerare 30 g di assenzio essiccato in 1 l d’acqua fredda per 12 ore. Fate bollire per 30 minuti, con coperchio. Lasciate riposare per 24 ore. Filtrate. Nebulizzate questo decotto puro sulle piante sensibili, a intervalli di una settimana.

Aglio

Istruzioni: versate in 1 l d’acqua, 2 spicchi d’aglio schiacciati e 100 g di scaglie di sapone di Marsiglia. Spruzzate questa miscela una volta alla settimana sulle piante da interni.

Menta

Istruzioni: tritate nel mixer 200 g di foglie fresche di menta poleggio ( Mentha pulegium). Lasciate macerare il tutto per 12 ore in 1 l d’acqua fredda. Filtrate. Spruzzate questo macerato sugli ortaggi o sulle rose.

Fondi di caffè

Non buttateli più, sono un ottimo repellente contro gli afidi.

Macerato di rabarbaro

Istruzioni: lasciate macerare per tre giorni 1,5 kg di foglie fresche di rabarbaro in 10 l d’acqua. Filtrate. Nebulizzate sul fogliame una volta alla settimana. Ottimo repellente, questo macerato si conserva per varie settimane, purché riposto in un luogo asciutto e aerato.

Olio “bianco”

Utilizzate l’olio bianco (insetticida) una volta, a inizio inverno.

Azioni mirate alla prevenzione degli afidi

Concimate il terreno per rafforzare il vigore delle piante. Tenete lontane le formiche, perché allevano e proteggono gli afidi. Piantate specie repellenti (tagete, nasturzio, salvia, santoreggia, lavanda) vicino alle piante sensibili agli attacchi degli afidi. Il forte aroma li allontanerà.

I predatori naturali degli afidi

Sono soprattutto i sirfidi (insetti volanti della famiglia dei Syrphidae, affini alle mosche), la cimice (scaccia gli afidi, ma fate attenzione se avete un orto, giacché è ghiotta di melanzane, cetrioli e pomodori), la vespa parassita (poco più grande di una pulce, è una preziosa alleata contro questi parassiti) e anche la cincia (golosa di afidi).

Tuttavia, l’anti-afidi naturale e biologico più efficace per proteggere ortaggi, piante ornamentali o alberi da frutto è la coccinella. Divora da sessanta a cento afidi in un giorno. Potete acquistarne presso i vivai o su internet.

È sufficiente appendere il sacchetto su una pianta infestata o distribuire delicatamente le coccinelle sulle varie piante colonizzate. In grado di volare, si spostano da una pianta all’altra e raggiungono così i vari nuclei di afidi per eliminarli, all’aria aperta o in ambienti coperti (serra, veranda ecc.). Incoraggiatene lo stanziamento piantando pelargoni o tanaceto.

Trattamenti degli afidi: i prodotti naturali da preparare da soli

Macerato d’ortica

Istruzioni: lasciate fermentare 1 kg di ortiche tritate grossolanamente in 10 l d’acqua per 24 ore, a una temperatura di 18°C, per ottenere un effetto insetticida. Filtrate. Diluite al 5% se spruzzate il preparato sulle foglie. Questo macerato è un ottimo repellente.

Macerato di felce

Istruzioni: lasciate macerare per dieci giorni 1 kg di fronde fresche di felce aquilina in 10 l d’acqua. Filtrate. Nebulizzate questo macerato diluito al 10%. È possibile usarlo tutto l’anno per allontanare gli afidi dalle piante e dagli ortaggi.

Macerato di sambuco

Istruzioni: lasciate macerare per 48 ore 1 kg di sambuco ( Sambucus nigra, pianta intera) in 10 l d’acqua. Filtrate. Nebulizzate questo macerato senza diluirlo.

Macerato di ruta

Istruzioni: lasciate macerare per dieci giorni 600 g di foglie e steli di ruta comune o dei giardini ( Ruta graveolens) in 2 l d’acqua. Filtrate. Nebulizzate questo macerato diluito al 20%.

Macerato di consolida

Istruzioni: tritate grossolanamente 1 kg di foglie fresche di consolida a pezzetti. Lasciate macerare per un mese in 10 l d’acqua. Mescolate regolarmente la miscela. Filtrate. Diluito al 10%, questo macerato è letale per gli afidi.

afidi danni cure rimedi

Infuso di aglio e cipolla

Istruzioni: tritate due grosse cipolle e quattro spicchi d’aglio. Versate il trito in 1 l d’acqua bollente e lasciate in infusione per una decina di ore. Filtrate e nebulizzate questo infuso puro. L’odore forte dell’aglio mette in fuga gli afidi indesiderati.

Macerato d’aglio

Istruzioni: tritate uno spicchio d’aglio. Lasciatelo macerare in due cucchiai di olio di lino per 24 ore. Il giorno dopo, aggiungete 1 l d’acqua. Filtrate. Nebulizzate sulle foglie questo macerato diluito al 10%.

Infuso di lavanda

Istruzioni: versate 100 g di fiori freschi di lavanda (Lavandula sp.) in 1 l d’acqua che sobbolle. Lasciate in infusione per 24 ore. Nebulizzate tutto l’infuso sulle foglie, ripetendo due o tre volte al mese con un nuovo preparato (perché l’infuso non si conserva).

Patate

Istruzioni: nebulizzate le piante invase dagli afidi con l’acqua di cottura delle patate.

Infuso di rabarbaro

Istruzioni: versate 2 kg di foglie fresche di rabarbaro ( Rheum rhaponticum) in 10 l d’acqua bollente. Lasciate in infusione per 24 ore. Nebulizzate questa infusione non diluita, specifica contro gli afidi neri.

Sapone nero

Istruzioni: versate 150 g di sapone nero in 1 l d’acqua tiepida. Mescolate bene e nebulizzate questo liquido per impedire agli afidi di aderire alle foglie.

Il sapone nero esercita un’azione asfissiante e consente di eliminare la fumaggine causata dalla melata.

Azioni mirate a sconfiggere gli afidi

Doccia scozzese. Irrorate le vostre aiole con un potente getto di acqua ghiacciata.

Piante repellenti. Ai piedi delle piante sensibili piantate nasturzi; in alternativa collocate steli di ruta o foglie di pomodoro.

Approfondisci: COMBATTERE GLI AFIDI CON IL DETERSIVO PER I PIATTI

Approfondisci: LE PIANTE UTILI NEL COMBATTERE MALATTIE E PARASSITI

Approfondisci: I PRODOTTI FITOSANITARI NATURALI PER L’ORTO BIOLOGICO

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui