Come coltivare i ravanelli: semina, consociazione e malattie

0
come coltivare il ravanello cure tecniche consigli orto

Il ravanello, Raphanus sativum parvus (CRUCIFERE), è un ortaggio coltivato in molte varianti. Le diverse varietà di ravanello si distinguono per la forma della radice (tonda, oblunga, allungata) per il suo colore esterno (diverse gradazioni di rosso, bianco), e per l’epoca di maturazione.

Tra le varietà più note:

  • il Saxa a radice tonda e scorza rossa, precocissimo;
  • il Rosso a forma d’oliva a radice oblunga e scorza rossa, precoce;
  • il Lungo candela di ghiaccio a radice allungata scorza bianca, medio-tardivo;
  • il Rosso tondo a punta bianca piccola precocissimo, a radice tonda e scorza rossa e bianca;
  • il Rosso tondo a punta bianca grande precoce, a radice tonda e scorza color rosso più o meno intensa.

Il clima adatto al ravanello

Il ravanello teme la siccità e le temperature eccessivamente elevate, che conferiscono alle radici un sapore piccante.

Il terreno ideale per la coltivazione dei ravanelli

Il ravanello si adatta a tutti i tipi di terreno, ma i migliori risultati si registrano sui terreni di medio impasto sciolti, ben esposti, con una buona dotazione di sostanza organica ed esenti da ristagni.

coltivazione impianto trapianto ravanelli orto

Concimazione e cure colturali del ravanello

La brevità del ciclo colturale del ravanello (circa 3 settimane per le varietà più precoci) rende vana ogni concimazione.

Terreni troppo ricchi di azoto determinano la spaccatura delle radici. Durante la coltivazione sarà utile diradare le semine troppo fitte, irrigare con continuità e tenere sgombro il terreno dalle infestanti.

Come e quando seminare i ravanelli

Si semina a spaglio in gennaio-febbraio su letto caldo. Per avere un raccolto continuo tutto l’anno, si può seminare ogni 10-15 giorni in pieno campo a spaglio o in file distanti 15 cm, utilizzando 30-50 g di seme/10 mq di terreno. Per avere un prodotto invernale si semina in giugno-luglio in file distanti 30 cm.

semina impianto ravanelli orto

Successivamente alla semina, quando le piantine hanno emesso la seconda-terza foglia, si esegue il diradamento lasciando 15 cm tra le piante.

Avvicendamenti e consociazioni della pianta di ravanelli

Il ravanello si associa a carote, insalata, piselli, fagioli, cavoli. La consociazione con lattuga o crescione migliora il gusto del ravanello e ne riduce il sapore piccante, mentre la vicinanza con il cerfoglio lo accentua.

La raccolta dei ravanelli

Le varietà più precoci si raccolgono anche a 20 giorni dalla semina, quelle più tardive dopo 50-60.È bene non aspettare troppo per la raccolta, poiché a lungo andare le radici perdono la loro caratteristica croccantezza e assumono un sapore molto piccante. La produzione di 10 mq di coltura si aggira intorno ai 10-20 kg di radici.

raccolta devi ravanelli come e quando

Avversità della pianta di ravanello

Tra i parassiti animali ci sono il grillotalpa, gli afidi, la nottua, le mosche, l’altica. Quest’ultima fora le foglie giovani.

Tra le crittogame, peronospora, ernia, mosaico, vaiolatura e la ruggine bianca possono occasionalmente attaccare il ravanello, ma senza provocare danni gravi a causa del ciclo breve di coltivazione.

Come coltivare il ravanello sul balcone

Scelta della varietà – Ne esistono numerose varietà, a radice sferica o lunga, rossa o bianca, ma per i vasi sono più adatti quelli precoci e a radice piccola e tonda, come il Rosso tondo precocissimo o il Buonissimo d’Ingegnoli.

Clima – Predilige i climi temperato-freschi e le posizioni a mezz’ombra.

Impianto o semina – Si semina direttamente a dimora dalla fine dell’inverno a maggio, diradando se la semina è stata troppo fitta per evitare che i ravanelli crescano filiformi: una cassetta profonda 25 cm e larga altrettanto ne può ospitare 9 piante.

Coltivazione – I ravanelli sono fra gli ortaggi più facili da coltivare. Crescono bene nei terricci di medio impasto e ricchi di sostanza organica. Le annaffiature devono essere abbondanti e bisogna evitare che la terra si asciughi altrimenti diventano troppo piccanti.

Raccolta e impiego – La raccolta dei ravanelli avviene da 3 a 6 settimane dopo la semina: se si vuole che la polpa resti croccante vanno tolti dalla terra quando sono grossi all’incirca come una ciliegia. Le foglioline più tenere si possono mangiare in insalata.

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui