Papiro egiziano – Cyperus papirus – Coltivazione e cura in vaso

0
Cyperus-papirus-papiro-egiziano-coltivazione-e-cura-consigli

Nome scientifico: Cyperus papirus

Nome comune: Papiro

Famiglia: Cyperaceae

Paese di origine: Africa nord-orientale

Composto da 550 specie sempreverdi. Le specie coltivate sono tutte perenni, hanno foglie appuntite e fiori piccoli e senza petali. Tutte le specie possono vegetare in vaso in serra, ma le più piccole e più delicate, come il Papiro, possono crescere anche in casa e volendo si possono portare fuori d’estate. La fioritura avviene da luglio a settembre.

Papiro: coltivazione e cura in vaso

ESPOSIZIONE: desidera molta luce, ma non sole diretto.

ANNAFFIATURA: possono essere coltivati in contenitori pieni d’acqua, oppure in vaso, utilizzando l’accorgimento di annaffiare spesso e di mantenere il sottovaso pieno d’acqua.

TEMPERATURA: minima 15° C, massima 23° C, ottimale 18° C.

Cyperus papirus papiro egiziano coltivazione e cura

CONCIMAZIONE: da aprile a settembre aggiungere un fertilizzante liquido leggero ogni 2 settimane.

RINVASO: ogni primavera.

TERRICCIO: si usi un composto John Innes n° 2 aggiungendo qualche pezzo di carbone per mantenerlo fresco.

PULIZIA: non necessaria.

DANNI DOVUTI A CAUSE NON PATOGENE: non sono piante
particolarmente complicate da coltivare, ma si deve tenere conto della loro necessità di abbondante umidità. Non si deve mai dimenticare, infatti, che si tratta di piante di palude.

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui