Come coltivare l’origano: concimazione, riproduzione e malattie

0
come coltivare origano consigli e cure orto e balcone

Origano, Origanum vulgare (LABIATE) è un’ erbacea perenne cespitosa (50 cm), dotata di rizoma e caule legnoso, ricco di rami, rossastro. Le foglie sono opposte, ovate, arrotondate, con differente colorazione sulle due pagine. Le varietà di origano si distinguono per il colore delle foglie e l’intensità dell’aroma.

I fiori, rossastri o bianchi, sono riuniti in spighe che formano pannocchie apicali, compaiono in estate e maturano in un tetrachenio.

Il clima e il terreno ideale per l’origano

Tipica pianta mediterranea, predilige luoghi temperato-caldi ed esposti al sole (le piante delle zone meridionali sono, infatti, più ricche di aroma), siccitosi e si rinviene facilmente in tutta Italia.

Non ha esigenze particolari riguardo il terreno, se non quella di evitare i ristagni idrici.

Concimazione e cure colturali per l’origano

Oltre a qualche annaffiatura, le cure colturali si riducono ad alcune zappettature per l’eliminazione delle erbacce. Non asportando tutti i fiori subito dopo la fioritura, la pianta si riprodurrà facilmente da sola all’interno del giardino.

origano coltivazione e cure colturali

Come seminare l’origano

L’origano si moltiplica per divisione dei cespi o per seme; in quest’ultimo caso è opportuno seminare in inverno in semenzaio e poi trapiantare le piantine a dimora a primavera inoltrata, lasciando circa 25 cm di distanza tra una e l’altra.

Come raccogliere l’origano

La raccolta dell’origano si effettua a scalare lungo il corso dell’anno utilizzando le foglioline e le sommità fiorite secondo necessità lungo tutta la stagione vegetativa.

Le avversità della pianta di origano

Pianta rustica e resistente, di cui non si segnalano malattie specifiche. Vanno evitati terreni troppo umidi o con ristagni idrici che possono causare marciumi radicali e del colletto, oppure coltivazioni in zone con rischio di gelate.

Coltivare l’origano sul balcone

Scelta della varietà – La varietà Aureum ha foglie gialle, mentre quelle della varietà Country Cream sono variegate di bianco.

coltivare-origano-in-vaso

Clima – Fiorisce solo nelle zone calde e se si trova in una posizione riparata e ben soleggiata. Nelle regioni più fredde deve essere protetto durante la cattiva stagione, ma si adatta bene anche alla vita in casa, dove può essere coltivato per avere foglie fresche durante i mesi invernali.

Impianto o semina – In primavera si acquistano piantine già pronte da rinvasare in contenitori larghi 20 cm.

Coltivazione – L’origano vuole un terreno di medio impasto, ben drenato e piuttosto fertile. Va annaffiato soltanto quando la terra del vaso si è asciugata e non tollera i ristagni d’acqua. Si può moltiplicare per divisione dei cespi in primavera.

Raccolta e impiego – Si usano le foglie e i giovani getti, freschi oppure secchi, per aromatizzare insalate, pizze, carni, salse e verdure. Per conservarlo, si tagliano i rametti prima che i fiori si schiudano, poi si riuniscono in mazzetti e si fanno seccare all’ombra appendendoli a testa in giù.

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui