Malvarosa e malva reale – Alcea e Lavatera – Coltivazione e cura

0
malva reale e malvarosa coltivazione e cura consigli

FAMIGLIA: Malvacee

NOME SCIENTIFICO: Lavatera trimestris, Alcea rosea

Lavatera trimestris è la malva regina, che forma grandi cespugli, larghi fino a un metro e alti fino a 1,3 m, coperti di numerosi fiori a campana bianchi, rosa, rossi, con venature a contrasto, da luglio a ottobre.

Alcea (o Althaea) rosea è il malvone o malvarosa, che crea, da una rosa basale di grandi foglie, alti fusti (fino a 2 m) “autoportanti” che portano grandi fiori a ombrello, bianchi, rosa, gialli, salmone, rossi, porpora, anche semidoppi o doppi, in luglio-ottobre ininterrottamente.

L. trimestris sopravvive all’inverno solo nelle zone più miti, mentre A. rosea vive anche sulle Alpi oltre che nel Meridione costiero. In inverno la parte aerea muore, per poi rispuntare spontaneamente nella primavera successiva.

Desiderano tutte un terreno leggero, sciolto, mediamente fertile, anche arido
o sassoso, ma sempre ben drenato, e un’esposizione in pieno sole.

Le annaffiature si limitano a interventi regolari ma non particolarmente abbondanti durante i periodi più caldi.

La concimazione consiste in un apporto autunnale e uno primaverile a lenta cessione.

La fioritura avviene a partire dal secondo anno per il malvone, dal primo per la malva regina.

Si riproducono spontaneamente mediante seme (varietà a fiore semplice).

malva reale e malvarosa coltivazione e cura

La germinazione può assumere i caratteri di un’infestazione e le nuove piantine sono estirpabili con facilità solo nelle prime settimane dopo la nascita. In caso contrario svilupperanno radici profonde impossibili da estrarre, se non effettuando uno scavo tutt’intorno alla pianta. È tuttavia possibile il trasferimento in altra collocazione, con ottime probabilità d’attecchimento.

Non sono adatte alla coltivazione in vaso perché l’apparato radicale, ampio e robusto, ha necessità di penetrare in profondità nel terreno, anche per ricercare riserve d’acqua.

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui