Lithops, come coltivare la pianta grassa: substrato, esposizione, annaffiatura

0
Lithops, coltivazione e cura della pianta

Caratteristiche generali: genere di piante appartenente alla famiglia delle Mesembryanthemaceae, di provenienza sudafricana e originarie di ambienti desertici. Piante caratterizzate dalla presenza di un fusto estremamente breve che rimane protetto sotto la superficie del terreno e porta alla luce solo l’estremità superiore.

Molte specie sono ribattezzate “sassi viventi”, in virtù del loro incredibile comportamento.

Le foglie sono carnose, sempre saldate in coppie a formare corpi grossolanamente cilindrici, arrotondati o appiattiti superiormente, portanti verso la sommità un’incisione che li separa parzialmente.

All’emissione delle nuove foglie, quelle vecchie avvizziscono e muoiono; caratteristica è la colorazione delle foglie, che può variare dal verde, al grigiastro, al rosato, ornato o meno da punteggiature o macchiettature, con presenza talvolta di zone prive di clorofilla atte a far pervenire la luce solare sino alle parti rimaste al buio nel terreno.

Fiori: capolini di colore bianco oppure giallastro, molto simili a margherite, spuntano in autunno dalla fenditura di separazione tra le due foglie, raggiungendo dimensioni minute ma sufficienti a ricoprire l’intero corpo della pianta.

Lithops coltivazione e cure consigli pianta grassa

Coltivazione: tutte le Lithops prediligono esposizioni in pieno sole, all’aperto solo in condizioni di inverno a clima mite e con grado di umidità moderato.

Le annaffiature devono essere regolari nel periodo primaverile e autunnale e somministrate solamente quando il substrato è sicuramente asciutto, per essere moderate nel corso dell’estate e sospese pressoché del tutto nel corso dell’inverno.

Il substrato deve essere di tipo mediamente poroso, costituito per 1/2 da sabbia, per 1/4 da terreno di coltivo naturale e per 1/4 da terriccio organico ben decomposto.

Moltiplicazione: per seme.

Specie interessanti:

  • Lithops bella, veramente simile a dei sassi, ha foglie grigiastre provviste di numerose venature bruno-verdastre; il suo stato di specie vegetale lo rivela solo nel momento della fioritura, in cui emette graziosi fiori bianchi simili a margheritine;
  • Lithops leseli, dal portamento tendenzialmente cespitoso, con foglie di colore bruno o rossastro, forma vistosi fiori di un bel colore giallo vivo;
  • Lithops olivacea, dai vistosi fiori gialli autunnali;
  • Lithops salicula, dalle foglie grigiastre sporgenti sino a 5 centimetri rispetto al livello del terreno.

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui