Gymnocalycium, come coltivare la pianta grassa: substrato, esposizione, annaffiatura

0
Gymnocalycium coltivazione e cura della pianta grassa

Caratteristiche generali: genere appartenente alla famiglia delle Cactaceae, comprendente diverse specie desertiche, di provenienza sudamericana, caratterizzate da fusto globoso dotato di costolature sporgenti provviste di piccoli solchi trasversali, che conferiscono all’intera pianta un tipico aspetto gibboso.

Le piante coltivate hanno uno sviluppo contenuto, raggiungendo generalmente dimensioni non superiori ai 15 centimetri di diametro.

Fiori: molto sviluppati e vistosi, imbutiformi, generalmente rossi, rosati o biancastri, ad apertura ripetuta, primaverile ed estiva.

Coltivazione: i Gymnocalycium amano esposizioni in pieno sole, all’aperto solo in condizioni di inverno a clima mite e con grado di umidità moderato.

Le annaffiature devono essere moderate nel periodo estivo e somministrate solamente quando il substrato è sicuramente asciutto, per essere successivamente sospese pressoché del tutto nel corso dell’inverno.

Il substrato deve essere di tipo mediamente poroso, costituito per 1/2 da sabbia, per 1/4 da terreno di coltivo naturale e per 1/4 da terriccio organico ben decomposto.

Propagazione: per seme o per divisione dei polloni.

Specie interessanti:

  • Gymnocalycium baldianum, dal fusto di colore verde-azzurrato, si rende caratteristico per i fiori di colore rosso intenso prodotti dalla pianta in maggio-giugno;
  • Gymnocalycium saglione, caratterizzato dai fusti di colore verde argentato portante spine lunghe e ricurve, molto scure;
  • Gymnocalycium oehnanthemum, dalla particolare forma semisferica del fusto, di colore grigio-verde, si rende caratteristico per i fiori di un intenso colore rosso vinoso prodotti dalla pianta nella tarda primavera.

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui