Glossario dei termini botanici comunemente utilizzati

Una raccolta dei termini appartenenti all’ambito specifico della botanica. Un elenco (in continua evoluzione) delle parole desuete o specialistiche utilizzate in prevalenza nelle argomentazioni inerenti la natura di alberi, piante e fiori con relativa spiegazione.

glossario botanico di piante alberi e fiori, termini tecnici e scientifici

Glossario botanico in ordine alfabetico

All | # A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | Submit a termine
There are currently 125 termini in this directory beginning with the letter P.
Pacciamatura: Copertura del suolo con paglia, foglie, torba ecc. per ridurre il raffreddamento, l'evaporazione e lo sviluppo delle erbe infestanti.

Pachycaule: Pianta avente il fusto ingrossato alla base. Condizione intermedia rispetto a caudiciforme.

Pagina: Equivale a “lato” della foglia.

Pagina: Faccia superiore e inferiore di una foglia.

Pagine (pagina): superficie della foglia, distinta in pagina superiore e pagina inferiore.

Pala: Pala o cladodio: ramo piatto e largo tipico di molte opuntie.

Palea interfiorale: squama inserita tra un fiore e l’altro sul ricettacolo del capolino delle Asteraceae e delle Dipsacaceae; rappresenta la brattea del fiore.

Palea: la glumetta superiore, che racchiude il fiore nella famiglia delle Poaceae.

Palmata: Foglia incisa a fondo, in settori disposti a ventaglio come le dita di una mano.

Palmata: Venazione costituita da 3-5 vene principali che partono dalla base della foglia in direzioni diverse e da vene secondarie che partono dalle vene principali verso il margine fogliare.

Palmate (palmata): a) foglia composta in cui le foglioline si inseriscono al termine del picciolo (contrapposto a pennata); b) nervatura fogliare che si diparte da un punto unico, al termine del picciolo.

Pandurata: Foglia ristretta nella parte centrale ed a forma di violino.

Panicolato: Infiorescenza somigliante ad una pannocchia.

Pannocchia: Infiorescenza a grappoli multipli con fiori pedunculati.

Pannocchia: infiorescenza costituita da un asse principale da cui si dipartono peduncoli ramificati, portante un fiore all’apice di ogni ramificazione (equivale ad un racemo composto).

Pannocchia: Infiorescenza simile ad una spiga, costituita da uno stelo eretto da cui partono brevi steli secondari che si ramificano a loro volta portando più di un fiore.

Papille: Escrescenze arrotondate.

Papiraceo: Riferito a certe setole aventi consistenza cartacea.

Pappo: Appendice piumosa di certi frutti e semi (Senecio).

Pappo: estensione piumosa che può accompagnare l’achenio (soprattutto nella famiglia delle Asteraceae) e può facilitarne la diffusione ad opera del vento.

Pappo: Frutto costituito da tanti semi con lunghi filamenti atti a favorire il trasporto da parte del vento.

Parallela: Venazione costituita da una serie di vene che partono dall’attacco della foglia e corrono parallele per tutta la lunghezza della foglia convergendo sulla punta.

Parallelinervia: Foglia con nervature parallele.

Parallelinervia: nervatura fogliare composta da nervature di dimensioni simili, parallele tra loro e all’asse maggiore della foglia; è caratteristica della maggior parte delle monocotiledoni.

Parenchima: Tessuto vegetale fondamentale formato da cellule vive e contenente vacuoli.

Parenchimatici: Tessuti vegetali le cui cellule sovraintendono ad importanti funzioni.

Paripennata: foglia composta pennata, con numero pari di foglioline.

Paripennata: Foglia pennata con un numero pari di foglioline.

Paripennata: Foglia pennato-composta senza segmento apicale.

Patente: che forma un angolo retto con un altro organo (ad esempio rami rispetto al fusto, peli rispetto al fusto e alla foglia…).

Paucicostata: Con poche coste.

Pauciflora: Con pochi fiori.

Pedata: Foglia palmata con lobi divisi.

Pedicello: Porzione terminale dello stelo (peduncolo).

Peduncoli (Peduncolo): asse che porta il fiore, e di conseguenza il frutto, oppure asse che porta le foglioline di una foglia composta.

Peduncolo: Lo stelo che sorregge il fiore.

Peduncolo: Organo che sostiene l'infiorescenza.

Pelo: Pelo radicale: cellule in grado di assorbire le sostanze dal terreno.

Peltata: Dicesi di foglia con picciolo posto non alla base ma al centro della lamina.

Pennata (o pennatosetta): foglia composta in cui le foglioline si dipartono separatamente dalla rachide (contrapposto a palmata).

Pennata: Foglia composta da foglioline disposte ai lati della nervatura centrale come le barbe di una penna.

Pennata: Venazione costituita da una vena principale sull’asse della foglia e vene secondarie che si dipartono dalla vena centrale a varie altezze divergendo verso il margine della foglia.

Pennatifida: Foglia incisa da entrambi i lati.

Pennatifida: foglia intera con incisioni che arrivano fino a metà della distanza tra il margine e il nervo mediano.

Pennato-composta: Foglia composta costituita da un rachide principale su cui si innestano i segmenti lateralmente, riproducendo lo schema della nervatura pennata.

Pennatopartita: foglia intera con incisioni che arrivano oltre la metà della distanza tra il margine e il nervo mediano.

Pennatosetta: Foglia pennato-composta con fogliette ridotte a piccoli segmenti laminari.

Pentamero: Suddiviso in cinque parti.

Peponide: Bacca prodotta dalle Cucurbitacee.

Perenni (perenne): pianta che svolge il suo ciclo vitale in più stagioni, spesso arrivando alla fioritura dopo due o più anni (contrapposto a annuale o bienne).

Perianzio: Involucro che circonda le parti fertili del fiore. Calice e corolla quando sono divisi.

Perianzio: l'insieme dei petali e dei sepali.

Perianzio: L’insieme degli elementi del fiore non funzionali alla riproduzione. Di solito sono distinti in petali e sepali. Quando sono indifferenziati e tutti simili tra loro vengono chiamati tepali.

Perianzio: parte del fiore, costituita da calice e corolla.

Pericarpello: Tessuto che circonda i carpelli,(semplice pistillo, organo femminile, costituito da una foglia modificata contenente gli ovuli). Più carpelli costituiscono l'ovario con alla sommità lo stigma.

Pericarpo: Organo recante i semi in seguito alla fecondazione.

Perifluviale: in prossimità di un corso d’acqua.

Perigino: Fiore il cui perianzio trovasi a metà dell'ovario.

Perigonio: parte del fiore, costituita da pezzi non distinguibili in calice e corolla, detti tepali.

Perigonio: Perianzio formato da tepali simili, quanto a forma e colore. Calice e corolla quando sono uniti.

Perisperma: Parte del frutto situato intorno al seme.

Persistente: non caduco.

Pesticidi: Pesticidi , fitofarmaci: farmaci usati per la difesa delle colture.

Petali: elementi fiorali che costituiscono la corolla.

Petalo: Elemento del fiore che costituisce la corolla.

Petalo: Elemento di solito colorato e vistoso che si trova alla base degli organi riproduttivi del fiore, sopra i sepali.

Petalodia: Modalità con la quale gli stami sono diventati petali.

Petaloidi: sepali o tepali o altre parti del fiore che hanno assunto aspetto simile ai petali per consistenza, colore, ecc.

Pettinato: che ha la forma di un pettine; nelle Cactaceae si riferisce alle spine radiali che si estendono dalle due parti dell'areola, dritte o leggermente ricurve, appiattite e solo lievemente divaricate, come i denti di un pettine.

Pettinato: Spine disposte in fila, ai lati dell'areola, similmente ad un pettine.

pH: Simbolo usato per indicare l'acidità o l'alcalinità di una sostanza in una scala che va da 1 a 14 e dove 7 sta ad indicare una sostanza neutra.

Phyllo: Usato nei prefissi e suffissi per indicare foglia.

Picciolo: Il gambo della foglia compreso fra la base e la lamina.

Picciolo: parte della foglia costituita dall’asse che porta la lamina.

Picciolo: Peduncolo che congiunge la foglia al fusto.

Picciolo: peduncolo o supporto della foglia. Si parla di foglia picciolata.

Pigmento: Sostanza colorata che assorbe la luce di una determinata fascia di lunghezza d'onda.

Pigna: Struttura del fiore femminile nelle Conifere che dopo la fecondazione diventa legnosa.

Pileoriza: Parte finale della radice.

Piriforme: A forma di pera.

Pirofita: Pianta che si rinnova dopo un incendio.

Pisside: Frutto secco la cui parte superiore si apre a coperchio e quella inferiore ha la forma di una coppa.

Pistillo: Organo femminile del fiore comprendente ovario, stilo, stigma.

Pistillo: organo riproduttivo femminile del fiore, composto da ovario, stilo, stimma; le sue parti si chiamano carpelli.

Pistillo: parte femminile del fiore.

Piumetta: Parte superiore dell'embrione vegetale.

Placenta: Parte dell'ovario recante gli ovuli.

Plantula: Piantina da seme al primo stadio di sviluppo.

Plantule: Semenzali, ovvero piantine nate da poco tempo.

Plasticità ecologica: capacità di un organismo di rispondere a variazioni delle condizioni ambientali.

Plastidi: Organi cellulari tipici delle cellule vegetali.

Platy: Prefisso usato per indicare largo.

Podario: Base della foglia cresciuta unitamente al fusto.

Polarità: Orientamento verticale di crescita nelle piante.

Policarpica: Pianta recante fiori e frutti più volte nel corso della vita.

Poligamia: Pianta che presenta sia fiori bisessuali che unisessuali.

Polimorfismo: Pianta oppure organo in grado di assumere aspetti diversi.

Poliploide: Che contiene più serie di base di cromosomi.

Polispermo: Frutto recante molti semi.

Polline: granuli che si formano nelle antere e producono i gameti

Polline: Minuscoli granuli prodotti dalle antere. A seguito della trasformazione in gametofiti maschili si ottengono i gameti maschili in grado di compiere la fecondazione.

Pollone: ramo sotterraneo che, partendo dalla radice, dal rizoma o dal colletto di una pianta, sviluppa radici e forma un individuo indipendente.

Pollone: Ramoscello che si eleva alla base di un fusto.

Polloni (pollone): fusto legnoso che si origina dal colletto o dalle radici della pianta.

Portainnesto: Pianta che ospita l'innesto.

Procarioti: Organismi unicellulari con nucleo cellulare indistinto.

Proliferazione: Sviluppo di gemme dormienti.

Pronubi: Insetti ed uccelli che facilitano l'impollinazione.

Propaggine: Ramo che viene fatto radicare per produrre una nuova pianta.

Propagulo: Organo di moltiplicazione agamica.

Prostrato: fusto che cresce adagiato al terreno, o pianta che si sviluppa orizzontalmente.

Prostrato: Fusto piegato verso terra, senza emissione radicale.

Protallo: Corpo che nelle felci reca gli organi genitali sviluppatisi dalle spore.

Proterandria: antere (stami) che maturano prima dei carpelli (pistilli).

Proterandro: Fiore i cui gameti maschili maturano prima di quelli femminili.

Proterogino: Fiore i cui gameti femminili maturano prima di quelli mascili.

Protogini: carpelli che maturano prima delle antere.

Pruina: Strato ceroso biancastro che ricopre certe foglie o frutti.

Pruinoso: ricoperto di pruina, costituita da microrganelli di cera, che conferisce un aspetto “infarinato”.

Psammofila: Pianta amante della sabbia.

Pseudanzio (pseudanto): fiore di derivazione infiorescenziale.

Pubescente: provvisto di peli brevi e morbidi.

Pubescente: Ricoperto di morbidi peli.

Pubescente: ricoperto di peli corti e morbidi; vellutato.

Pulvinato: Pianta avente forma di cuscino.


Submit a termine