Come e quando raccogliere il Tiglio

0
fiori di tiglio come e quando raccoglierli

Il tiglio garantisce un’ampia offerta e raccolta pressoché durante tutto l’anno. Il periodo ideale per la raccolta di alcune parti della pianta, come per esempio delle gemme non ancora sbocciate, dei fiori o dei frutti novelli ancora teneri è molto breve, pertanto c’è il rischio di perdere il momento giusto.

  • Boccioli: Ottobre – marzo
  • Foglie: Aprile – giugno
  • Gemme: Maggio – giugno
  • Fiori: Giugno
  • Frutti novelli: Circa 2 settimane dopo i fiori
  • Carceruli: Settembre – ottobre

Quando raccogliere i fiori di tiglio

Soprattutto durante la raccolta dei fiori di tiglio utilizzati per la preparazione delle tisane prestate particolare attenzione a scegliere solamente quelli appena sbocciati, poiché il contenuto di sostanze vitali e le loro proprietà si riducono notevolmente nei fiori più vecchi. L’efficacia diminuisce anche se vengono conservati a lungo, pertanto è consigliabile raccoglierli freschi di anno in anno. Il momento migliore è verso metà mattina, quando la rugiada si è già asciugata completamente.

fiori e foglie di tiglio essiccati come conservare

Come conservare i fiori di tiglio

  1. Il consiglio è di allargare i fiori il prima possibile in un posto arieggiato e all’ombra per farli essiccare e di lasciarli riposare finché toccandoli non emettono il classico fruscio delle bacche secche.
  2. Sbriciolateli poi grossolanamente in modo da ottenere un infuso un po’ più denso e conservateli in vasetti di vetro asciutti e puliti con il coperchio avvitabile.
  3. Per conservarne ancor meglio le sostanze, riponete i vasetti in un ambiente buio e fresco; in questo modo ne garantirete la conservazione senza problemi fino alla stagione successiva.

Adottare un albero di tiglio

Cercate nell’ambiente che vi circonda o lungo i sentieri che percorrete solitamente quando andate a passeggio un tiglio “da adottare”: in questo modo potrete osservarne la crescita e saprete quando è arrivato il momento giusto per fare il vostro raccolto.

Consigli pratici su come utilizzare i boccioli di tiglio

I boccioli di tiglio possono essere raccolti direttamente dall’albero da ottobre a marzo. Masticate lentamente circa 3 boccioli schiacciandoli delicatamente tra i molari in modo da spremerne tutte le sostanze mucillaginose.

Per loro natura sono lenitivi contro il fastidioso prurito alla gola e hanno effetto balsamico per la voce. Tenete sempre una piccola scorta di boccioli essiccati a portata di mano per sfruttarne le capacità ogni volta che ne avete bisogno (per esempio prima di tenere un discorso o una presentazione).

Approfondisci: TIGLIO NOSTRANO – TILIA PLATYPHYLLOS

Approfondisci: TIGLIO NOSTRANO, DOVE CRESCE E COME RICONOSCERLO

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui