Come annaffiare le piante di ortaggi in vaso

0
come annaffiare piante di ortaggi in vaso

Le piante di ortaggi in vaso devono essere annaffiate più spesso di quelle coltivate in piena terra. Tuttavia non esiste una regola generale che indichi la quantità e la frequenza delle irrigazioni perché dipendono dalle condizioni atmosferiche, dalla stagione, dal tipo di vaso e dalla sua posizione, e soprattutto dai bisogni idrici di ogni specie.

Le piante aromatiche, per esempio, hanno scarse necessità di acqua, però quando sono coltivate in vaso devono essere irrigate poco e regolarmente, in modo che la terra non si secchi.

Più il vaso è piccolo più la sua terra si asciuga rapidamente, mentre a parità di dimensioni i contenitori in terracotta richiedono annaffiature più frequenti di quelli in plastica.

Nelle giornate umide la traspirazione delle foglie diminuisce riducendo così la necessità di acqua, mentre nei periodi caldi e secchi possono essere necessarie anche un paio di annaffiature giornaliere.

I vasi tenuti a mezz’ombra hanno bisogno di meno acqua di quelli in pieno sole perché la loro terra è meno soggetta a evaporazione.

Perciò solo con un’osservazione attenta si potrà sapere se una pianta desidera essere annaffiata o meno: una terra che diventa più chiara e le foglie che cominciano a reclinarsi addossandosi allo stelo sono un chiaro segno di mancanza d’acqua. Per capire se occorre bagnare basta anche sentire con le dita se la terra del vaso, a 1 cm sotto la superficie, è umida o asciutta.

Gli ortaggi in vaso non soffrono solo se le annaffiature sono troppo scarse ma anche se sono troppo abbondanti, perché l’acqua che ristagna a lungo nel sottovaso potrebbe far marcire le loro radici. A questo proposito, dopo una pioggia abbondante, bisogna controllare che le piante non restino con le radici nell’acqua troppo a lungo.

Per scoprire la giusta quantità d’acqua basta osservare quello che succede dopo le annaffiature: se la pianta non assorbe nel giro di un’ora quella presente nel sottovaso vuol dire che ne è stata somministrata troppa.

Quando annaffiare gli ortaggi in vaso

Conviene annaffiare la sera nei mesi caldi per evitare che l’acqua evapori prima di essere assorbita dalle radici, e la mattina nei mesi freddi per evitare ristagni durante la notte.

In primavera e in autunno bagnate a metà giornata. Inoltre, con parsimonia, le piante in vaso vanno annaffiate anche in inverno.

Approfondisci: Come innaffiare le piante grasse nel modo corretto, errori da evitare

Approfondisci: Come riconoscere i sintomi di un’annaffiatura errata

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui