Agave, come coltivare la pianta grassa: substrato, esposizione, annaffiatura

0
Agave, coltivazione e cura della pianta grassa

Caratteristiche generali: genere di piante originarie dei climi caldi e asciutti tipici di diversi ambienti delle Americhe, dai litorali marini alle montagne, appartenente alla famiglia delle Agavaceae.

In generale si tratta di piante perenni a fusto breve, con rosa di foglie succulente, variamente colorate, dotate di lunga spina acuminata e legnosa all’estremità.

Le piante possono raggiungere dimensioni anche maestose, rendendosi particolarmente adatte per la coltivazione in esterno o in serra.

agave americana in fiore

Fiori: la fioritura può avvenire dopo molti anni di sviluppo della pianta e si caratterizza per la formazione nel periodo estivo di una lunga infiorescenza a candelabro, alta fino a 10 metri, che porta numerosi fiori campanulati di colore bruno-verdastro, poco appariscenti.

Dopo la formazione dei semi, la rosetta generalmente appassisce e muore, ma la pianta continua a sopravvivere per moltiplicazione dei numerosi polloni.

Coltivazione: tutte le Agave non si prestano alla coltivazione in casa, sia per ragioni di spazio sia perché soffrono e non arrivano mai a fiorire; si adattano molto bene in esterno anche in climi relativamente freddi nell’inverno e richiedono annaffiature moderate in modo particolare nel periodo invernale, temendo maggiormente il ristagno d’acqua che la siccità.

Facili da coltivare anche in esterno nei nostri climi, il substrato di coltivazione deve essere preferibilmente di tipo mediamente poroso, costituito per 1/2 da sabbia, per 1/4 da terreno di coltivo naturale e per 1/4 da terriccio organico ben decomposto.

Propagazione: per divisione dei polloni.

Agave-attenuata coltivazione

 

Specie interessanti:

  • Agave americana, dalle foglie spesse e allungate, spinescenti ai margini, di colore verde azzurrato, portanti all’apice una spina particolarmente acuminata ; la pianta può raggiungere a maturità dimensioni particolarmente elevate;
  • Agave americana, var. “Marginata”, simile alla precedente, particolarmente gradita per la variegatura delle foglie, dai margini giallastri;
  • Agave ferox, caratterizzata da foglie ampie, incurvate verso il basso all’estremità, dotate di spinescenze marginali diffuse;
  • Agave filifera, apprezzata per la rosetta compatta, con foglie brevi e sottili, ornate da lunghi e sottili filamenti biancastri;
  • Agave victoria-reginae, apprezzata per la rosetta compatta, con foglie brevi, larghe, striate od orlate da venature biancastre;
  • Agave salmiana, dalla quale si estrae una linfa succosa che in America Latina usano per produrre bevande alcoliche.
  • Le eleganti striature biancastre di Agave victoria-reginae (foto E. Lasagni)

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui