Aeonium, come coltivare la pianta grassa: substrato, esposizione, annaffiatura

0
Aeonium, coltivazione e cura della pianta grassa

Caratteristiche generali: genere appartenente alla famiglia delle Crassulaceae, comprende piante erbacee o arborescenti di diffusione mediterranea, tutte caratterizzate dalla presenza di foglie carnose, disposte a rosetta e portate da steli più o meno sviluppati in altezza, semplici o riuniti in piccoli cespi, in alcune specie di colore porporino scuro.

Fiori: riuniti in vistose infiorescenze giallastre o rosso-rosate, di forma stellata, lungamente persistenti sulla pianta.

Coltivazione: gli Aeonium prediligono le esposizioni in pieno sole, all’aperto solo in condizioni di inverno a clima mite e con grado di umidità moderato.

Le annaffiature devono essere moderate nel periodo estivo e somministrate solamente quando il substrato è sicuramente asciutto, per essere successivamente sospese pressoché del tutto nel corso dell’inverno.

Aeonium haworthii coltivazione cure

Il substrato deve essere di tipo mediamente poroso, costituito per 1/2 da sabbia, per 1/4 da terreno di coltivo naturale e per 1/4 da terriccio organico ben decomposto.

Propagazione: generalmente avviene per seme o per talea sia di foglia sia di fusto.

Specie interessanti:

  • Aeonium arboreum, spontaneo in Sicilia e Sardegna, forma cespi alti fino a 1 metro portanti alla sommità rosette di foglie spatolate; caratteristiche le lunghe infiorescenze giallastre;
  • Aeonium arboreum “Schwarzkopf” , forma eleganti cespi portanti alla sommità grandi rosette di foglie dalla colorazione rosso vinoso, permanente anche durante i mesi invernali;
  • Aeonium haworthii, forma densi cespi alti fino a 60 centimetri caratteristici per la particolare colorazione del fogliame, glauca con orlature rosse.

"Coltivodame" promuove l'amore e il rispetto per la natura. Questo portale ha come fine lo studio, la documentazione, l’insegnamento e la discussione generate da queste tematiche. Le informazioni fornite non hanno scopo di lucro. Gli articoli proposti prendono spunto e fanno riferimento a libri di terzi. Per una conoscenza approfondita è possibile consultare la bibliografia (con relativo link diretto all’autore): QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui