Come sbiancare le fughe del pavimento in maniera efficace: i nuovi metodi

In casa, con il passare inesorabile del tempo, le fughe delle piastrelle hanno la tendenza a scurirsi per colpa dello sporco accumulato, fino a smarrire quasi totalmente l’aspetto originario. Proprio per questo, oggi andremo a vedere con una breve guida, come sbiancare le fughe del pavimento impiegando i prodotti giusti e i metodi più efficaci.

Gli spazi che si trovano tra una piastrella e l’altra sono i punti in cui si nasconde lo sporco più caparbio. Se in cucina può essere per colpa del grasso dei fornelli o degli schizzi di cibo, nel bagno le possibili ragioni sono il calcare dell’acqua e la muffa originata dall’umidità dell’ambiente.

Come sbiancare le fughe del pavimento in maniera efficace: i nuovi metodi

Siccome le fughe dei rivestimenti sono proprio loro stesse di attrarre polvere e sporco di ogni genere, difficilmente i metodi popolari sono bastanti per tenerle pulite. Nel caso in cui le macchie sulle fughe sono dovute al calcare, un grande rimedio è il succo di limone, da utilizzare con un tampone direttamente sulle zone interessate e da lasciar lavorare per come minimo mezz’ora.

Possiamo dire che in tale caso ci vuole un po’ di accortezza. Difatti il limone non va impiegato per pulire le fughe dei pavimenti in marmo perché, con le sue proprietà acide, potrebbe consumarli. Per rimuovere le antiestetiche macchie di calcare delle piastrelle bagno e sbiancarle si può impiegare anche un nebulizzatore con acqua calda e aceto, da utilizzare in maniera diretta sulle fughe o sul calcare, facendo agire per circa mezz’ora.

Una volta passato il tempo necessario, potrai togliere lo sporco con un panno morbido. Le fughe saranno così totalmente sbiancate. Altro metodo prevede acqua e aceto che divengono un detergente naturale utilizzato, in alternativa al più autorevolelavaggio acido, anche per la pulizia di fine cantiere dopo la posa delle piastrelle o per rimuovere polvere e aloni dalle fughe del pavimento e sbiancarle. 

Per pulire e sbiancare le fughe delle piastrelle in pietra naturale o marmo sarà però meglio non impiegare rimedi troppo invasivi, come aceto, succo di limone o bicarbonato, che potrebbero portar il rischio di guastare la superficie, e affidarsi all’opposto al metodo del vapore. Nell’istante in cui il getto di vapore non è bastante a pulire a fondo le fughe, ci si può assistere con lo spazzolino da denti o con altri tipi di spazzola a setole solide.

Il vapore è, infine, il metodo perfetto anche per sbiancare i rivestimenti-mosaico formati da piccoli tasselli, per i quali la pulizia con lo spazzolino da denti potrebbe davvero richiedere molto tempo.

Lascia un commento