Cocciniglia: ecco come salvare la propria pianta da tale malattia

La cocciniglia è, per chi non lo sapesse, una malattia davvero maligna che attacca soprattutto le piante ornamentali e da interno, nel momento in cui manca l’adeguata umidità e ventilazione. La cocciniglia è un nemico parecchio temibile per la più numerosoparte delle piante, specialmente per quelle ornamentali, da interno o grasse. Tale parassita è capace perfino di conquistare anche piante da giardino come, per esempio, fiori e edera, ma anche i nostri cari alberi da frutto.

Nella situazione in cui la cocciniglia cotonosa, il parassita è comodamente individuabile per via della colorazione biancastra che genera difatti su foglie e rami. Andiamo a vedere, pertanto, diversi consigli per rimuovere la cocciniglia in maniera naturale. Ecco i principali.

Cocciniglia: ecco come salvare la propria pianta da tale malattia

Cominciamo dall’alcool che è uno dei rimedi più impiegati ed efficaci per rimuovere la cocciniglia cotonosa e la cocciniglia a scudo. Per attuare tale metodo vi basterà farlo sciogliere con l’acqua e spruzzarlo sulle foglie. In alternativa, potete anche passare in maniera diretta sulle foglie dell’alcool con un batuffolo di cotone, mettendo ovviamente sempre dei guanti. La raccomandazione è di lavare diligentemente la pianta con un vigoroso getto d’acqua dopo l’operazione per rimuovere possibili parassiti rimasti.

L’alcol aiuta a sterilizzare evitando che altri batteri intossicano la pianta. Altro metodo è quello di eliminare fisicamente la cocciniglia. Difatti, nell’istante in cui vi rendete conto dell’attacco della cocciniglia, la prima cosa che si consiglia di fare è spruzzare sulla pianta un grande getto d’acqua continuo e costante. Tale insetto, difatti, non resiste alla forza dell’acqua. Poi, in alternativa, si possono impiegare aglio e cipolla.

Per utilizzare tale metodo, dopo aver liberato le foglie dalle cocciniglie e rimosso quelle troppo rovinate, vi consigliamo di creare un liquido da spruzzare, come sterilizzante, sulle altre foglie utilizzando aglio, cipolla e acqua. Infine, parlando di rimedi potete servirvi di insetticidi senza impatto ambientale. Troviamo difatti in commercio molti spray anti cocciniglia a zero impatto ambientale, chiamati omeopatici che si occupano di rimuovere la cocciniglia senza guastare le piante o danneggiare quelle che la accerchiano.

Pertanto, abbiamovisto che rimuovere le cocciniglie in maniera risolutiva non è molto semplice. Un grande sistema per rimuovere la in maniera corretta, senza utilizzare insetticidi chimici, sta nell’impiego dell’olio bianco mineraleche, se messo correttamente, va a indurrela morte delle cocciniglie per soffocamento.

Fate operò attenzione a osservare attentamente le modalità di impiego indicate in etichetta, difatti, normalmente si parla di una soluzione da irrorare sull’intera pianta. Infine, una volta nebulizzato sulle piante infette, tale prodotto, genera una sorta di pellicola che, rivestendo le cocciniglie, ne originerà la morte per soffocamento.

Lascia un commento